Accertamenti sanitari Concorso VFP1 Aeronautica

Accertamenti sanitari Concorso VFP1 Aeronautica

Come funzionano gli accertamenti sanitari Concorso VFP1 Aeronautica? Quali certificazioni mediche bisogna presentare per partecipare al Concorso? Ecco a quali esami medici vengono sottoposti i candidati al Concorso

In questo post analizzeremo in maniera dettagliata come funzionano gli Accertamenti sanitari Concorso VFP1 Aeronautica che, come vi abbiamo già detto nella nostra Guida Come diventare VFP1 dell’Aeronautica, hanno lo scopo di verificare se i concorrenti sono in possesso dell’idoneità psico-fisica richiesta per superare dapprima il corso addestrativo e, successivamente, per svolgere le funzioni attribuite ai VFP1 dell’Aeronautica.


INDICE
– Certificazione medica
– Esami medici per il Concorso VFP1 Aeronautica
– Parametri idoneità


Accertamenti sanitari Concorso VFP1 Aeronautica: quali certificazioni mediche bisogna presentare per partecipare al Concorso?

Dopo essersi classificati in una buona posizione rispetto alla valutazione dei titoli, i candidati al Concorso per diventare VFP1 Aeronautica vengono chiamati ad affrontare le prove di efficienza fisica e gli accertamenti sanitari che servono, appunto, a verificare il possesso di determinati requisiti psico-fisici da parte dei candidati. I concorrenti vengono sottoposti a numerosi esami clinici (visite mediche generali, visite mediche specialistiche ed esami di laboratorio) che servono alla commissione esaminatrice per stabilire l’idoneità o l’inidoneità del concorrente a rivestire il ruolo per cui si sta candidando. Prima di questo, però, tutti i concorrenti al Concorso devono presentare delle certificazioni mediche per verificare l’effettivo possesso dei requisiti necessari per partecipare al Concorso.

Nello specifico, i candidati devono presentarsi agli accertamenti psico-fisici e attitudinali e alle prove di efficienza fisica, pena l’esclusione dal reclutamento, con:

documento di riconoscimento in corso di validità

copia della comunicazione ricevuta con messaggio di posta elettronica circa la corretta acquisizione e protocollazione della domanda di partecipazione

certificato medico, in corso di validità (il certificato deve avere validità annuale), attestante l’idoneità all’attività sportiva agonistica rilasciato da un medico appartenente alla Federazione medico-sportiva italiana, o da una struttura sanitaria pubblica o privata accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale (SSN), o ancora da un medico (o struttura sanitaria pubblica o privata) autorizzato secondo le normative nazionali e regionali e che esercita in tali ambiti in qualità di medico specializzato in medicina dello sport;

originale o copia conforme del referto, rilasciato da struttura sanitaria pubblica, anche militare, o privata accreditata con il SSN in data non anteriore a sei mesi precedenti la visita, a eccezione di quello riguardante il gruppo sanguigno, dei seguenti esami:

  • emocromo completo;
  • VES;
  • glicemia;
  • creatininemia;
  • trigliceridemia;
  • colesterolemia;
  • bilirubinemia totale e frazionata;
  • gamma GT;
  • transaminasemia (GOT e GPT);
  • markers virali: anti HAV, HbsAg, anti HBs, anti HBc e anti HCV;
  • attestazione del gruppo sanguigno;
  • analisi completa delle urine con esame del sedimento;

certificato rilasciato dal proprio medico di fiducia in data non anteriore a sei mesi precedenti la visita, attestante lo stato di buona salute, la presenza/assenza di pregresse manifestazioni emolitiche, gravi manifestazioni immunoallergiche, gravi intolleranze e idiosincrasie a farmaci o alimenti, nonché la presenza/assenza di patologie rilevanti ai fini del reclutamento;

originale o copia conforme del referto rilasciato da struttura sanitaria pubblica, anche militare, o privata accreditata con il SSN in data non anteriore a tre mesi precedenti la visita, attestante l’esito del test di accertamento della positività per anticorpi per HIV;

se concorrenti di sesso femminile:

  • originale o copia conforme del referto di ecografia pelvica rilasciato da struttura sanitaria
    pubblica, anche militare, o privata accreditata con il SSN in data non anteriore a tre mesi
    precedenti la visita;
  • originale o copia conforme del referto del test di gravidanza con esito negativo rilasciato da
    struttura sanitaria pubblica, anche militare, o privata accreditata con il SSN in data non anteriore a cinque giorni precedenti la visita. In caso di positività, la commissione non potrà procedere all’effettuazione degli accertamenti previsti in quanto lo stato di gravidanza costituisce temporaneo impedimento all’accertamento dell’idoneità al servizio militare e pertanto escluderà la candidata per impossibilità di procedere all’accertamento del possesso dei requisiti previsti dal bando.

I candidati, se ne sono in possesso, possono presentare alla commissione esaminatrice degli Accertamenti sanitari Concorso VFP1 Aeronautica, anche eventuali esami radiografici del torace.

Accertamenti sanitari Concorso VFP1 Aeronautica: a quali esami medici vengono sottoposti i candidati al Concorso?

La commissione, presa visione della documentazione sanitaria elencata sopra e dei risultati dei candidati alle prove di efficienza fisica, dispone l’esecuzione di altri accertamenti specialistici e strumentali:

  • visita cardiologica con elettrocardiogramma;
  • visita oculistica;
  • visita otorino-laringoiatrica con esame audiometrico;
  • visita psichiatrica, comprendente il colloquio individuale e la somministrazione del test di personalità (MMPI);
  • analisi delle urine per la ricerca di eventuali cataboliti di sostanze stupefacenti e/o psicotrope quali: amfetamine, cannabinoidi, barbiturici, oppiacei e cocaina. In caso di positività, disporrà l’effettuazione sul medesimo campione del test di conferma (gascromatografia con spettrometria di massa);
  • accertamenti volti alla verifica dell’abuso di alcool;
  • ogni ulteriore indagine (compreso l’esame radiologico) ritenuta utile per consentire adeguata
    valutazione clinica e medico-legale del concorrente, da effettuare anche presso altre strutture
    sanitarie.

Da annotare, inoltre, che, proprio durante gli Accertamenti sanitari Concorso VFP1 Esercito, la commissione esaminatrice è chiamata a valutare l’idoneità o l’inidoneità dei candidati anche in base alla presenza di eventuali tatuaggi. Come specificato in ogni bando di concorso per arruolarsi nell’Aeronautica Militare, sono giudicati inidonei i candidati che presentino tatuaggi visibili con ogni tipo di uniforme, compresa quella ginnica (pantaloncini e maglietta) e quei candidati che presentano tatuaggi che, posti anche in parti coperte dalle uniformi, per dimensioni, contenuto o natura, siano deturpanti o contrari al decoro o di discredito per le Istituzioni ovvero siano possibile indice di personalità abnorme (in tal caso da accertare con visita psichiatrica e con appropriati test psicodiagnostici).

Accertamenti sanitari Concorso VFP1 Aeronautica: parametri di idoneità al Concorso

Per essere giudicati idonei agli Accertamenti sanitari Concorso VFP1 Aeronautica, i candidati devono essere riconosciuti in possesso di determinati parametri fisici correlati alla composizione corporea, alla forza muscolare e alla massa metabolicamente attiva. Nello specifico, per quanto riguarda la composizione corporea dei candidati: percentuale di massa grassa nell’organismo non inferiore al 7 per cento e non superiore al 22 per cento per i candidati di sesso maschile, e non inferiore al 12 per cento e non superiore al 30 per cento per le candidate di sesso femminile; forza muscolare: non inferiore a 40 kg per i candidati di sesso maschile, e non inferiore a 20 kg per le candidate di sesso femminile; massa metabolicamente attiva: percentuale di massa magra teorica presente nell’organismo non inferiore al 40 per cento per i candidati di sesso maschile, e non inferiore al 28 per cento per le candidate di sesso femminile.

Oltre a ciò, per essere giudicati idonei agli Accertamenti sanitari Concorso VFP1 Aeronautica, i candidati devono avere un’acutezza visiva uguale o superiore a complessivi 16/10 e non inferiore a 7/10 nell’occhio che vede meno, raggiungibile con correzione non superiore a 4 diottrie per la sola miopia, anche in un solo occhio, e non superiore a 3 diottrie, anche in un solo occhio, per gli altri vizi di refrazione; campo visivo, senso cromatico e motilità oculare normali. Per quanto riguarda i valori relativi alla perdita uditiva: monolaterale – valori compresi tra 20 e 30 dB; bilaterale – p.p.t. compresa entro il 25%; monolaterale o bilaterale isolata – Inoltre, sono giudicati idonei i concorrenti ai quali è stato attribuito il coefficiente 1 o 2 in ciascuna delle caratteristiche somato-funzionali: psiche (PS); costituzione (CO); apparato cardiocircolatorio (AC); apparato respiratorio (AR); apparati vari (AV); apparato osteoartromuscolare superiore (LS); apparato osteoartromuscolare inferiore (LI); vista (VS); udito (AU). Per quanto concerne l’eventuale deficit di glucosio 6-fosfato-deidrogenasi (G6PD), ai fini della definizione della caratteristica somato-funzionale AV-EI, al coefficiente attribuito sarà aggiunta la dicitura “deficit di G6PD non definito”. Specifichiamo che ciascuna caratteristica somato-funzionale viene delineata mediante l’attribuzione di un coefficiente di validità decrescente da 1 a 4. I coefficienti 1 o 2 vengono attribuiti in assenza di patologie e/o alterazioni patologiche e delineano, pertanto, un profilo sanitario valido per l’arruolamento volontario, fatti salvi gli specifici requisiti e le eventuali deroghe indicati da ogni Forza armata. I coefficienti 3 o 4, al contrario, delineano un profilo sanitario che presenta alterazioni patologiche e, dunque, non idoneo ad assolvere il servizio militare volontario.

Per ricevere maggiori info, contattaci subito, un incaricato della Nissolino Corsi ti risponderà il prima possibile.

Sei il primo a lasciare un commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.